Stefano Papi cavaliere e Presidente Spettacoli Equestri ASEI - asei-equitazione.it
asei-equitazione.it

Stefano Papi cavaliere e Presidente Spettacoli Equestri ASEI

Stefano Papi cavaliere e Presidente Spettacoli Equestri ASEI

Mi sono avvicinsto al mondo del cavallo nel 1982 con il mio amico Luigi che insisteva dicendomi che fare una passeggiata in campagna con il cavallo era bellissimo. Io  sono sempre stato un amante delle moto e non avevo mai valutato la possibilità di avvicinarmi a questo magnifico animale: la cosa mi  intrigava! La moto è un mezzo meccanico che tu devi gestire, mentre il cavallo  ha un cervello ed un carattere che bisogna saper capire. Insomma mi decido e  vado con lui in un maneggio in Abruzzo. Mi fanno montare un cavallo giovane che stavano domando; portava il capezzone da doma ed io ero molto preoccupato, ma avevo vicino l’accompagnatore che  stava al mio fianco con una corda: una prima uscita con belle senzazioni, ma con una paura matta che questo animale  potesse esplodere da un momento all’altro. Tornato a Roma decidiamo di andare anche la domenica successiva in un paese vicino; la cosa ci piace, ci prendiamo gusto e da quel giorno decidiamo di  girare i maneggi di  Sacrofano. Mi rendo presto conto che montare in passeggiata senza un corso adeguato non è  il massimo! Tramite un amico vado da un ragazzo che faceva salto ostacoli il quale, vedendomi motivato, decide di mettermi a cavallo. Sempre più preso da questa cosa decido di comprarne uno; una cavalla puro sangue uscita dalle corse. Certo non è il massimo per un principiante, ma con Orsa, così si chiamava, ci siamo capiti subito e siamo stati insieme per circa due anni. Dopo di lei molti altri: Cibba, Orlov, Lucy per arrivare a Canestero un cavallo ispano in doma vaquera con il quale mi sono divertito per anni e con cui ho partecipato a gare con vitelli, manifestazioni e gare della stella. Insomma un cavallo che mi ha dato tanto e che mi ha insegnato ad avere sensibilità quando si monta. Poi come tutte le cose gli anni passano e Canestero l’ho regalato a mio figlio, tanto “il professore”, così lo chiamavo, era bravo. Avevo anche comprato una cavallina spagnola che andava attaccata  con il calesse e ogni tanto uscivo, ma non mi fidavo delle auto per strada e così l’ho venduta: troppo pericoloso! Poi il mio sogno: ho comprato una cavalla lusitana di nome Bonita, di carattere, ma brava; con lei che era sbrigliata ho partecipato a gare con vitelli ed alcune manifestazioni di paese. Sono stato uno dei promotori  del comitato organizzatore del palio della stella a Sacrofano.  Da sempre appassionato di spettacoli equestri,  quando mi era possibile,  partecipavo con alcuni amici, ma purtroppo il mio lavoro mi occupava molto ed a volte ho dovuto rifiutare dando comunque una mano come assistente a terra avendo  un’ esperienza acquisita sul campo. Essendo inoltre appassionato di fotografia immortalavo i  cavalli in movimento. Nel 1991 ho fatto il mio primo vero spettacolo con un gruppo di stuntman alla Fiera Agricola di Campobasso dove ho partecipato come cavaliere medioevale combattendo con le spade. In seguito altre partecipazioni ad eventi con gare all’anello e saraceno. Nel 1998 vengo chiamato per partecipare ad uno spettacolo di teatro equestre dal 11 al 13 aprile intitolato  “A passo nel Tempo”  dove dovevo fare   la parte del Re. Purtroppo l’attore principale combattendo con la spada cade e si frattura una spalla; il gruppo  decise che il sostituto sarei stato proprio io!  Mi ritrovai a studiare in una sola  settimana tutto il copione! Fu un successone! Nel gruppo c’erano artisti come Gianluca Coppetta, Andrea Andreuzzi, Aldo Petricca, Fabio Apolloni, Andrea Becagli ed altri stuntman. Tutto era stato perfetto e dovevamo portarlo in tutta Italia, ma  la regista si  intestatò alla SIAE lo spettacolo che invece ci era stato totalmente sponsorizzato dalle “Carrozze D’epoca”, così la favola finì e del tour non se ne fece nulla. Dopo poco tempo  il gruppo si sciolse ed ognuno andò per la sua strada. Nel 1999 con un gruppo di cavalieri di Sacrofano  veniamo chiamati per la festa della Befana in Vaticano ricevuti dal Santo Padre. Passavano  gli anni ed io continuavo a partecipare ad eventi e feste di paese; poi nel 2007 vengo chiamato per organizzare la regia del mio primo spettacolo equestre  “Cavalli show” presso il Centro Ippico “Il Maestrale” a Lido dei Pini. Il  2009 è stato un anno molto intenso; prima decido di creare due siti dedicati esclusivamente ai cavalli spagnoli e lusitani in Italia e in Europa, mia grande passione: unitedhorses.it e unitedhorses.eu, poi creo la  Stuntmen School by Stefanelli, per migliorare la sicurezza a cavallo e creare nuove figure professionali, con il mio amico Marco da anni cascatore e maestro d’armi nel cinema. Nello stesso anno veniamo chiamati a partecipare, con il nostro gruppo ” I Cavalieri di Borgo Pineto”, a “Roma cani cavalli” presso lo stadio Flaminio,  con spettacoli equestri mattina e pomeriggio, mentre Marco Perla si occupava di addestramento e prove con i cani. Sempre nel 2009 riceviamo presso la scuola di stuntman la visita di Rai 2 e la Rai tedesca che hanno girato e mandato in onda sui canali nazionali uno speciale sul nostro gruppo con il quale a settembre,   parteciapiamo allo spettacolo “Castelnuovo cavalli nella notte”, spettacolo che ripeteremo anche nel 2010. In seguito  vengo chiamato per organizzare una Fiera come Direttore artistico di  AGRI….Cultura & CAMPAGNA ad Anguillara vicino Roma. Visto il buon risultato mi è stato dato l’incarico per gli anni 201o e 2011. Nel 2012 per mancanza di fondi la Fiera non è stata fatta.  Ad aprile del 2012 decido con altre persone di creare l’ASEI, Associazione Spettacoli Equestri Italia,  di cui sono l’attuale presidente. Per chi desideri contattarmi cell: +39335.8137450  +393489302386  presidente@asei-equitazione.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *